CATALOGO      AUTORI      APPROFONDIMENTI      EVENTI      ARTE & ARTISTI      UNIVERSITÀ

Login (se sei già registrato) oppure Registrati
Oltre edizioni

Login (se sei già registrato) oppure Registrati
gioved 2 novembre 2023  – ORE  18:00
Trieste Libreria Ubik, Galleria del Tergesteo, Piazza della Borsa, 15

Nell'ambito dell'iniziativa "Incroci letterari. Viaggio nell'anima culturale della città" si tiene la presentazione del romanzo di Marzio Biancolino. L'autore, già volontario nel campo profughi della Slovenia che accoglieva bosniaci, racconta vite e speranze di chi poi è rientrato in una Bosnia martoriata

Nell'ambito dell'iniziativa "Incroci letterari. Viaggio nell'anima culturale della città" presentazione del romanzo di Marzio Biancolino uscito con Oltre Edizioni, in cui l'autore, già volontario nel campo profughi della Slovenia che accoglieva bosniaci fuggiti dalla guerra, racconta vite e speranze di chi allora profugo è poi rientrato in una Bosnia martoriata.

Dialogano Mojca Juriševič dell'Università di Lubiana e Pierluigi Sabatti giornalista e scrittore.

Nel campo profughi di Ceško, in Slovenia, anche un vaso di fiori su un davanzale poteva essere il segnale di vitali assestamenti dell’anima. Nell’agosto del 2001, parte degli ospiti di quella struttura sono rientrati nel loro paesino in Bosnia, da cui erano scappati nel 1992 in seguito all’espansionismo serbo d’inizio guerra. Altri compaesani che invece si erano riaccasati nel mondo li raggiungono per condividere un momento davvero speciale: la “Festa della rinascita” di Korljevo.

Da Milano arriva anche Massimo, volontario del gemellaggio che supportava il campo di Ceško, e che da quell’esperienza si era fatto assorbire in modo quasi viscerale, mentre da Trieste giunge Jana, psicologa che quell’intervento umanitario lo sovrintendeva. Il gioioso evento offre ai convenuti l’opportunità per riannodare vecchi legami nel tempo sfilacciati o anche spezzati, in particolare quello tra Jana e Massimo.

Molte sono le sorprese che si snocciolano nei diversi incontri durante la festa, infine funestata da impensabili accadimenti che sconvolgono la piccola comunità bosniaca. E che fanno da sfondo al laborioso ripensamento del rapporto tra Massimo e Jana. Un romanzo di sentimenti che consente anche di esplorare le sottese dinamiche psicologiche tanto dei profughi quanto dei volontari, oltreché il complesso quadro di criticità politiche e sociali connesse ai rimpatri postbellici in Bosnia.

Si veda il programma sul sito della Libreria Ubik di Trieste.

INFO:

Libreria Ubik - Trieste

web: https://trieste.ubiklibri.it

SCHEDA LIBRO   |   Segnala  |  Ufficio Stampa


CATALOGO      AUTORI      APPROFONDIMENTI      EVENTI      ARTE & ARTISTI      UNIVERSITÀ

Login (se sei già registrato) oppure Registrati
Oltre edizioni

Login (se sei già registrato) oppure Registrati
gioved 2 novembre 2023  – ORE  18:00
Trieste Libreria Ubik, Galleria del Tergesteo, Piazza della Borsa, 15

I fiori si bagnano il venerd
Trieste Libreria Ubik, Galleria del Tergesteo, Piazza della Borsa, 15

Nell'ambito dell'iniziativa "Incroci letterari. Viaggio nell'anima culturale della città" si tiene la presentazione del romanzo di Marzio Biancolino. L'autore, già volontario nel campo profughi della Slovenia che accoglieva bosniaci, racconta vite e speranze di chi poi è rientrato in una Bosnia martoriata

Nell'ambito dell'iniziativa "Incroci letterari. Viaggio nell'anima culturale della città" presentazione del romanzo di Marzio Biancolino uscito con Oltre Edizioni, in cui l'autore, già volontario nel campo profughi della Slovenia che accoglieva bosniaci fuggiti dalla guerra, racconta vite e speranze di chi allora profugo è poi rientrato in una Bosnia martoriata.

Dialogano Mojca Juriševič dell'Università di Lubiana e Pierluigi Sabatti giornalista e scrittore.

Nel campo profughi di Ceško, in Slovenia, anche un vaso di fiori su un davanzale poteva essere il segnale di vitali assestamenti dell’anima. Nell’agosto del 2001, parte degli ospiti di quella struttura sono rientrati nel loro paesino in Bosnia, da cui erano scappati nel 1992 in seguito all’espansionismo serbo d’inizio guerra. Altri compaesani che invece si erano riaccasati nel mondo li raggiungono per condividere un momento davvero speciale: la “Festa della rinascita” di Korljevo.

Da Milano arriva anche Massimo, volontario del gemellaggio che supportava il campo di Ceško, e che da quell’esperienza si era fatto assorbire in modo quasi viscerale, mentre da Trieste giunge Jana, psicologa che quell’intervento umanitario lo sovrintendeva. Il gioioso evento offre ai convenuti l’opportunità per riannodare vecchi legami nel tempo sfilacciati o anche spezzati, in particolare quello tra Jana e Massimo.

Molte sono le sorprese che si snocciolano nei diversi incontri durante la festa, infine funestata da impensabili accadimenti che sconvolgono la piccola comunità bosniaca. E che fanno da sfondo al laborioso ripensamento del rapporto tra Massimo e Jana. Un romanzo di sentimenti che consente anche di esplorare le sottese dinamiche psicologiche tanto dei profughi quanto dei volontari, oltreché il complesso quadro di criticità politiche e sociali connesse ai rimpatri postbellici in Bosnia.

Si veda il programma sul sito della Libreria Ubik di Trieste.

INFO:

Libreria Ubik - Trieste

web: https://trieste.ubiklibri.it

SCHEDA LIBRO   |   Stampa   |   Segnala  |  Ufficio Stampa


OGT newspaper
LEGGI TUTTO