CATALOGO      AUTORI      APPROFONDIMENTI      EVENTI      ARTE & ARTISTI      UNIVERSITÀ

Login
Oltre edizioni

Login (se sei già registrato) oppure Registrati
CATALOGO:
Nello Rossi  Nello Rossi
Cartoline a Ponzone
Immagini ieratiche e immagini ottiche.
Riflessioni di un allievo di Ando Gilardi sulla rivoluzione dellimmagine fotografica


a cura di  Roberto Besana

«Bisognerebbe allora avere il coraggio di rovesciare il tavolo di lavoro, come fece con irriverenza senza eredi quel guastafeste di Ando Gilardi con la sua Storia sociale della fotografia, relegare sullo sfondo i "grandi nomi" sopravvalutati e ripartire da una storia degli usi di massa, degli scambi, degli investimenti sociali ed emotivi che la fotografia continua a veicolare. Servono storici del presente per capire la gigantesca condivisione planetaria in corso su Internet, vera rivoluzione nella civiltà delle immagini.
Se non riusciremo a metterlo in prospettiva critica, questo flusso di immagini senza qualità ci travolgerà col suo illusorio eterno presente».

Così scriveva Michele Smargiassi su Repubblica del 29 dicembre 2010, e io non vorrei sconfessare per nessuna ragione al mondo questo bellissimo apprezzamento dell'ancora non del tutto capito enorme lavoro "irriverente" di Ando Gilardi, ma solo aggiungere che un piccolo, ma per me enorme, lascito ereditario io l'ho ricevuto dal "fotografo" di Arquata Scrivia. Non esiste uno studio che si occupi del nuovo sguardo con cui la scoperta dell’immagine fotografica ha costretto a guardare, più o meno consapevolmente, le immagini religiose, che, a datare dal quarto secolo, hanno per secoli quasi monopolizzato la “storia dell’arte”, che sarebbe più opportuno chiamare “storia delle immagini”. Il saggio Cartoline a Ponzone presenta le riflessioni sulle immagini, manuali e fotografiche, di Nello Rossi, un collaboratore di “Phototeca”, il prestigioso periodico creato da Ando Gilardi e Roberta Clerici. La scoperta della Fotografia ha provocato nella storia delle immagini – iniziata circa quarantamila anni fa, quando l’uomo ha preso coscienza che l’impronta naturale e involontaria del suo piede nel fango sarebbe potuta diventare artificiale e volontaria – una ancora incompresa rivoluzione: nel saggio sono raccolti numerosi esempi di come la Fotografia ci ha costretto a guardare con uno sguardo nuovo le immagini che visualizzano, da milleseicento anni, la religione cristiana. Per sua natura, per la capacità insuperabile di riprodurre fedelmente la realtà, la Fotografia è un’immagine laica: è all’immagine manuale che è stato affidato il compito, da quando si sono sviluppate le civiltà stanziali, di rappresentare il potere religioso e politico. Due volumi racchiusi e venduti  in cofanetto.


Ufficio Stampa
Rassegna Stampa
Marchio editoriale
Töpffer edizioni
Pubblicato il 30/05/2023
pagine: Vol. I pp. 572, Vol. II pp. 594
2 volumi in cofanetto
formato: cm. 14 x 21
copertina: softback con alette — brossura
collana: FOTOGRAFIA E PAROLA
genere: Letteratura illustrata
tag: fotografia
ISBN: 9788888151342

Prezzo di copertina € 59.00
Prezzo promozionale € 56.05
Quantit: 





Vai alla
acquista eBook

acquista nelle nostre librerie on line:

acquista su Thesis Books Amazon
acquista su Amazon

CATALOGO      AUTORI      APPROFONDIMENTI      EVENTI      ARTE & ARTISTI      UNIVERSITÀ

Login
Oltre edizioni

Login (se sei già registrato) oppure Registrati
Nello Rossi
Cartoline a Ponzone
Immagini ieratiche e immagini ottiche.
Riflessioni di un allievo di Ando Gilardi sulla rivoluzione dellimmagine fotografica


a cura di  Roberto Besana
  


Quantità: 






OPPURE

acquista su Amazon

«Bisognerebbe allora avere il coraggio di rovesciare il tavolo di lavoro, come fece con irriverenza senza eredi quel guastafeste di Ando Gilardi con la sua Storia sociale della fotografia, relegare sullo sfondo i "grandi nomi" sopravvalutati e ripartire da una storia degli usi di massa, degli scambi, degli investimenti sociali ed emotivi che la fotografia continua a veicolare. Servono storici del presente per capire la gigantesca condivisione planetaria in corso su Internet, vera rivoluzione nella civiltà delle immagini.
Se non riusciremo a metterlo in prospettiva critica, questo flusso di immagini senza qualità ci travolgerà col suo illusorio eterno presente».

Così scriveva Michele Smargiassi su Repubblica del 29 dicembre 2010, e io non vorrei sconfessare per nessuna ragione al mondo questo bellissimo apprezzamento dell'ancora non del tutto capito enorme lavoro "irriverente" di Ando Gilardi, ma solo aggiungere che un piccolo, ma per me enorme, lascito ereditario io l'ho ricevuto dal "fotografo" di Arquata Scrivia. Non esiste uno studio che si occupi del nuovo sguardo con cui la scoperta dell’immagine fotografica ha costretto a guardare, più o meno consapevolmente, le immagini religiose, che, a datare dal quarto secolo, hanno per secoli quasi monopolizzato la “storia dell’arte”, che sarebbe più opportuno chiamare “storia delle immagini”. Il saggio Cartoline a Ponzone presenta le riflessioni sulle immagini, manuali e fotografiche, di Nello Rossi, un collaboratore di “Phototeca”, il prestigioso periodico creato da Ando Gilardi e Roberta Clerici. La scoperta della Fotografia ha provocato nella storia delle immagini – iniziata circa quarantamila anni fa, quando l’uomo ha preso coscienza che l’impronta naturale e involontaria del suo piede nel fango sarebbe potuta diventare artificiale e volontaria – una ancora incompresa rivoluzione: nel saggio sono raccolti numerosi esempi di come la Fotografia ci ha costretto a guardare con uno sguardo nuovo le immagini che visualizzano, da milleseicento anni, la religione cristiana. Per sua natura, per la capacità insuperabile di riprodurre fedelmente la realtà, la Fotografia è un’immagine laica: è all’immagine manuale che è stato affidato il compito, da quando si sono sviluppate le civiltà stanziali, di rappresentare il potere religioso e politico. Due volumi racchiusi e venduti  in cofanetto.




AUTORE/I:
Nello Rossi  Nello Rossi
Nello Rossi, un collaboratore di Fhototeca che ama definirsi un allievo fuori corso di Ando Gilardi, da anni pubblica le sue riflessioni sulle immagini nellaccount in Facebook Anchio offro la mia bacheca ad Ando Gilardi, lo spazio che era stato creato quando il grande quanto sincero studioso delle immagini era stato bannato per la seconda volta.
Dopo la scomparsa di Ando Gilardi (al quale aveva inviato i saggi digitali della collana Revisioni, editati da Lost Dreams Editions, che erano stati da lui entusiasticamente recensiti), per elaborare il dolore della perdita, aveva iniziato a spedire virtualmente a Ponzone, il paese dellAlto Monferrato dove Ando Gilardi si era ritirato, delle riflessioni iconologiche accompagnate da unimmagine: sono le Cartoline a Ponzone di cui in questo libro sono presentate quelle che, fra le 1303 spedite dal 25 novembre 2012 al 22 marzo 2021, si occupano del nuovo sguardo con cui le immagini religiose devono necessariamente essere guardate dopo la scoperta della Fotografia.

Töpffer edizioni
Pubblicato il 30/05/2023
pagine: Vol. I pp. 572, Vol. II pp. 594
2 volumi in cofanetto
formato: cm. 14 x 21
copertina: softback con alette — brossura
collana: FOTOGRAFIA E PAROLA
genere: Letteratura illustrata
tag: fotografia
ISBN: 9788888151342

Prezzo di copertina € 59.00
Prezzo promozionale € 56.05

↓↓ acquista ↓↓
senza costi di spedizione

Quantità: 

OLTRE Bookshop
1410
Ufficio Stampa Rassegna Stampa SCHEDA LIBRO

Articoli e Recensioni

OPPURE

acquista su Amazon
Commenti »
Grazie allassiduo interessamento dellamico Roberto Besana e alla coraggiosa decisione delleditore Paolo Paganetto, che entrambi sentitamente ringrazio, un desiderio dellamica Teresa Barberio, condiviso da Tita, che si ostina a condividere la sua vita con la mia, stato esaudito: dal 18 giugno 2023 met delle 1303 Cartoline a Ponzone, virtualmente spedite dal 25 novembre 2012 al 22 marzo 2021, sono sui banchi delle librerie. Per vederne un assaggio: https://www.nocsensei.com/.../nello-rossi-e-roberto.../ ; per ordinarle: https://www.librioltre.it/.../store/comersus_viewItem.asp... ) Si deciso di pubblicare solo questa parte delle Cartoline per due motivi, perch trattano del rapporto fra la Fotografia e le immagini religiose, un tema che non stato ancora oggetto di studio; e perch, per pubblicarle tutte, sarebbero stati necessari quattro volumi. Se le mie lettrici e i miei lettori mostreranno interesse per questa iniziativa ( mio figlio Stefano, che mi ha incoraggiato a pubblicare in internet le mie riflessioni sulle immagini, giustamente ritiene che questi saggi siano di nicchia), sono certo che Paolo Paganetto pubblicher anche laltra met delle Cartoline. Sottratte allo scorrere confuso e impetuoso del Librodeimusi, come mi piace chiamare Facebook, e averle a portata di mano sullo scaffale di una libreria per me motivo di grande piacere, anche tattile. Ma anche, talvolta, di una sottile inquietudine: mi capita infatti di rileggerne alcune, pubblicate tempo fa, con curiosit, come se non fossero state scritte da me.

Nello Rossi, 30/07/2023

 

 
TUTTI GLI EVENTI