CATALOGO AUTORI APPROFONDIMENTI EVENTI ARTE & ARTISTI UNIVERSITÀ
Rosanna Turcinovich


Rosanna Turcinovich Giuricin, giornalista, nata a Rovigno nel 1957.
Si è formata al quotidiano “La Voce del Popolo” di Fiume dove ha lavorato fino al 1992 come responsabile delle pagine culturali. Trasferitasi a Trieste ha collaborato con "Trieste Oggi"," Il Meridiano", "il Piccolo-Istria Amica", "Telequattro" e "TeleCapodistria". Dal 2002 al 2014 ha lavorato per il Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana e Dalmata di Trieste come responsabile dell’Ufficio stampa ed eventi; è ideatrice de "La Bancarella", "Salone del Libro". E’ direttrice del mensile “La Voce di Fiume” dell’Associazione Fiumani Italiani nel Mondo-Libero Comune di Fiume in Esilio. Ha fatto parte dell’associazione Giuliani nel Mondo dal 2008 al 2020. Nel 2006 ha ripreso il suo lavoro al quotidiano “La Voce del Popolo”, in qualità di corrispondente dall’FVG.

Video realizzati: Paolo Diacono e Paolino d’Aquileia: l’idea dell’Europa unita (2002), La Parenzana, viaggio lungo i binari della storia (2003), La pietra d’Istria, e cinque video sulla storia dell’Adriatico Orientale con il Comitato ANVGD di Udine e Gorizia. Sette personaggi eccellenti, documentari di Telecapodistria-Tv Transfrontaliera su O. Missoni, N. Benvenuti, F. Giraldi, S. Endrigo, M. Schiavato e C. Ugussi e O. Ramous. Premio Tommaseo, video interviste con Alvise Zorzi (2013) e Giampaolo Pansa (2015). E’ autrice dello spettacolo di Teatro a Leggio La rosa dei tempi, l’Esodo dal ricordo alla speranza, messo in scena dall’Associazione Amici della Contrada di Trieste (2005).

Pubblicazioni: Mangiamoci l’Istria, 17 itinerari attraverso i prodotti tipici, con Stefano De Franceschi (MGS Press 1996), seconda edizione nel 1998. Per il Touring Club, Guida dell’Istria, Quarnero e Dalmazia, edizione 2004. La giustizia secondo Maria, romanzo-intervista con Maria Pasquinelli (Del Bianco 2008). Un anno in Istria (MGS Press 2010), Una raffica all’improvviso, navigando lungo le coste dell’Istria e Quarnero, con Stefano De Franceschi (Il Frangente 2011). … e dopo semo andadi via, Edizioni Laguna e ANVGD di Gorizia, storia dell’associazionismo giuliano-dalmato dal 1947 ad oggi (2014). Maddalena ha gli occhi viola, Comunicarte 2016, romanzo-testimonianza realizzato tra il Canada e Trieste. Occhi mediterranei, (Pendragon 2019), con Christophe Palomar e Dario Fertilio. Nel 2020, per i tipi delle edizioni Oltre, è uscito Tutto ciò che vidi, scritto con Rossana Poletti, risultato di un lavoro di recupero e studio delle relazioni di Maria Pasquinelli, la donna che il 10 febbraio 1947 a Pola uccise il generale De Winton.
Per il Circolo Istria ha curato diversi volumi sulla realtà istriana, in particolare sull’Istrioto parlato nella zona dell’Agro polese, e L’Istria vista dal mare, con Stefano Furlani e Rita Auriemma.
Per la sua attività giornalistica, ma anche quale autrice di testi letterari, è stata insignita di premi in Istria e in Italia, tra cui il "Leone di Muggia" per la prosa e "Istria Nobilissima" per il giornalismo televisivo; “Il Premio Ernesto Bruno Valenziano” della Regione Liguria (ANVGD di Genova) nel 2018 e il “Premio Fulvio Tomizza” del Lions Club Trieste Europa nel 2021 a Trieste.

Guarda quelche esempio delle opere di Rosanna Turcinovich

Non ci sono Titoli in catalogo
Rosanna Turcinovich


Rosanna Turcinovich Giuricin, giornalista, nata a Rovigno nel 1957.
Si è formata al quotidiano “La Voce del Popolo” di Fiume dove ha lavorato fino al 1992 come responsabile delle pagine culturali. Trasferitasi a Trieste ha collaborato con "Trieste Oggi"," Il Meridiano", "il Piccolo-Istria Amica", "Telequattro" e "TeleCapodistria". Dal 2002 al 2014 ha lavorato per il Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana e Dalmata di Trieste come responsabile dell’Ufficio stampa ed eventi; è ideatrice de "La Bancarella", "Salone del Libro". E’ direttrice del mensile “La Voce di Fiume” dell’Associazione Fiumani Italiani nel Mondo-Libero Comune di Fiume in Esilio. Ha fatto parte dell’associazione Giuliani nel Mondo dal 2008 al 2020. Nel 2006 ha ripreso il suo lavoro al quotidiano “La Voce del Popolo”, in qualità di corrispondente dall’FVG.

Video realizzati: Paolo Diacono e Paolino d’Aquileia: l’idea dell’Europa unita (2002), La Parenzana, viaggio lungo i binari della storia (2003), La pietra d’Istria, e cinque video sulla storia dell’Adriatico Orientale con il Comitato ANVGD di Udine e Gorizia. Sette personaggi eccellenti, documentari di Telecapodistria-Tv Transfrontaliera su O. Missoni, N. Benvenuti, F. Giraldi, S. Endrigo, M. Schiavato e C. Ugussi e O. Ramous. Premio Tommaseo, video interviste con Alvise Zorzi (2013) e Giampaolo Pansa (2015). E’ autrice dello spettacolo di Teatro a Leggio La rosa dei tempi, l’Esodo dal ricordo alla speranza, messo in scena dall’Associazione Amici della Contrada di Trieste (2005).

Pubblicazioni: Mangiamoci l’Istria, 17 itinerari attraverso i prodotti tipici, con Stefano De Franceschi (MGS Press 1996), seconda edizione nel 1998. Per il Touring Club, Guida dell’Istria, Quarnero e Dalmazia, edizione 2004. La giustizia secondo Maria, romanzo-intervista con Maria Pasquinelli (Del Bianco 2008). Un anno in Istria (MGS Press 2010), Una raffica all’improvviso, navigando lungo le coste dell’Istria e Quarnero, con Stefano De Franceschi (Il Frangente 2011). … e dopo semo andadi via, Edizioni Laguna e ANVGD di Gorizia, storia dell’associazionismo giuliano-dalmato dal 1947 ad oggi (2014). Maddalena ha gli occhi viola, Comunicarte 2016, romanzo-testimonianza realizzato tra il Canada e Trieste. Occhi mediterranei, (Pendragon 2019), con Christophe Palomar e Dario Fertilio. Nel 2020, per i tipi delle edizioni Oltre, è uscito Tutto ciò che vidi, scritto con Rossana Poletti, risultato di un lavoro di recupero e studio delle relazioni di Maria Pasquinelli, la donna che il 10 febbraio 1947 a Pola uccise il generale De Winton.
Per il Circolo Istria ha curato diversi volumi sulla realtà istriana, in particolare sull’Istrioto parlato nella zona dell’Agro polese, e L’Istria vista dal mare, con Stefano Furlani e Rita Auriemma.
Per la sua attività giornalistica, ma anche quale autrice di testi letterari, è stata insignita di premi in Istria e in Italia, tra cui il "Leone di Muggia" per la prosa e "Istria Nobilissima" per il giornalismo televisivo; “Il Premio Ernesto Bruno Valenziano” della Regione Liguria (ANVGD di Genova) nel 2018 e il “Premio Fulvio Tomizza” del Lions Club Trieste Europa nel 2021 a Trieste.