CATALOGO      AUTORI      APPROFONDIMENTI      EVENTI      ARTE & ARTISTI      UNIVERSITÀ

Login
Oltre edizioni

Login (se sei già registrato) oppure Registrati
CATALOGO:
Don Luigi Canessa
La strada era tortuosa

«In queste pagine di don Canessa, apparentemente di cronaca, vi è la storia, vi sono i contenuti storici della resistenza. Vi sono i soldati, gli operai, le donne, gli intellettuali, gli alleati e, ovviamente, i nazisti ed i fascisti anche con i loro risvolti umani. Vi sono soprattutto i contadini, ossia la testimonianza di uno dei più rilevanti eventi della nostra storia: con la Resistenza per la prima volta entrano nella vita politica con funzione attiva e spesso determinante anche i contadini. E vi è la provincia italiana, resa segregata e subalterna dal potere accentratore e dall'urbanesimo, che diventa la base dell'insurrezione delle grandi città. E vi sono i problemi dei rapporti con gli alleati, le posizioni che vennero più chiaramente alla luce del sole con implicazioni politiche fondamentali, subito dopo la liberazione. E vi è l'unità, l'unità della Resistenza che nei nomi, nei principi costituisce il filo conduttore di tutto il racconto di don Luigi. [...]
Egli intitolò il suo libro La strada era tortuosa come per ricordarci sempre che la strada della libertà e della paceè tortuosa. Un ammonimento che sale oggi dalla crisi soprattutto morale, oltre che politica, che stiamo vivendo, sfruttata cinicamente e sanguinosamente dal nemico di sempre della libertà e del progresso.»
Gelasio Adamoli



Ufficio Stampa
Rassegna Stampa
Marchio editoriale
Gammarò edizioni
Pubblicato il 20/02/2009
pagine: 192
formato: cm. 15 x 21
copertina: softback con alette — brossura
collana: L'OROLOGIO DI MNEMOSINE
genere: Narrativa italiana
tag: #Resistenza #memorie #testimonianze Liguria
ISBN: 9788895010700

Prezzo di copertina € 15.00
Prezzo promozionale € 14.25
Quantit: 





Vai alla
acquista eBook

acquista nelle nostre librerie on line:

acquista su Thesis Books Amazon

acquista nelle nostre librerie on line

↓↓ ACQUISTA ↓↓
SENZA COSTI DI SPEDIZIONE
OLTRE BOOKSHOP

Quantità: 
Fenice Bookstore

acquista su Amazon


CATALOGO      AUTORI      APPROFONDIMENTI      EVENTI      ARTE & ARTISTI      UNIVERSITÀ

Login
Oltre edizioni

Login (se sei già registrato) oppure Registrati
Don Luigi Canessa
La strada era tortuosa



Quantità: 






OPPURE

acquista su Amazon

«In queste pagine di don Canessa, apparentemente di cronaca, vi è la storia, vi sono i contenuti storici della resistenza. Vi sono i soldati, gli operai, le donne, gli intellettuali, gli alleati e, ovviamente, i nazisti ed i fascisti anche con i loro risvolti umani. Vi sono soprattutto i contadini, ossia la testimonianza di uno dei più rilevanti eventi della nostra storia: con la Resistenza per la prima volta entrano nella vita politica con funzione attiva e spesso determinante anche i contadini. E vi è la provincia italiana, resa segregata e subalterna dal potere accentratore e dall'urbanesimo, che diventa la base dell'insurrezione delle grandi città. E vi sono i problemi dei rapporti con gli alleati, le posizioni che vennero più chiaramente alla luce del sole con implicazioni politiche fondamentali, subito dopo la liberazione. E vi è l'unità, l'unità della Resistenza che nei nomi, nei principi costituisce il filo conduttore di tutto il racconto di don Luigi. [...]
Egli intitolò il suo libro La strada era tortuosa come per ricordarci sempre che la strada della libertà e della paceè tortuosa. Un ammonimento che sale oggi dalla crisi soprattutto morale, oltre che politica, che stiamo vivendo, sfruttata cinicamente e sanguinosamente dal nemico di sempre della libertà e del progresso.»
Gelasio Adamoli



Don Luigi Canessa era nato a Rapallo (Ge) nel 1912.<br>
Operaio tipografo, a vent’anni entrò nel seminario di Chiavari. Appena ordinato sacerdote venne mandato parroco a Cassego, vicino Varese Ligure. Nei mesi che seguirono l’armistizio dell’8 settembre 1943, cooperò con don Bobbio e altri parroci della zona all’assistenza dei giovani sbandati su quei monti e poi, con G.B. Canepa «Marzo», Giovanni Serbandini «Bini», Severino Bianchini «Dente», i fratelli Guglielmo e Gino Cacchioli «i Beretta», collaborò all'organizzazione dei primi gruppi partigiani che operarono nelle vallate del Vara e del Taro. Capellano capo della Divisione Centocroci, svolse il suo ministero prima nella IV Zona Operativa in Liguria e poi nella Zona Parmense dell'Est Cisa fino alla liberazione. Terminata la guerra, decorato con la Medaglia d'Argento al V.M., tornò a fare il parroco a Santa Margherita Ligure. Fu consigliere nazionale dell'ANPI fino alla morte avvenuta nel 1983.>br>
Di lui sono rimasti altri scritti: "I pasrroci della Resistenza" e "Don Bobbio" sulla figura eroica del parroco di Valletti e Cappellano della Divisione Coduri.

Gammarò edizioni
Pubblicato il 20/02/2009
pagine: 192
formato: cm. 15 x 21
copertina: softback con alette — brossura
collana: L'OROLOGIO DI MNEMOSINE
genere: Narrativa italiana
tag: #Resistenza #memorie #testimonianze Liguria
ISBN: 9788895010700

Prezzo di copertina € 15.00
Prezzo promozionale € 14.25

↓↓ acquista ↓↓
senza costi di spedizione

Quantità: 

OLTRE Bookshop
323
Ufficio Stampa Rassegna Stampa SCHEDA LIBRO

Articoli e Recensioni

OPPURE

Fenice Bookstore
acquista su Amazon
Commenti »
 

 
TUTTI GLI EVENTI