CATALOGO AUTORI APPROFONDIMENTI EVENTI ARTE & ARTISTI UNIVERSITÀ
tutti gli approfondimenti tutti i video tutti i podcasttutti gli eventi

tutti gli approfondimentitutti i videotutti i podcasttutti gli eventi

Articoli






L'albero, dialoghi tra Fotografo e Scrittore
In genere il lettore avvicinandosi a un libro si sofferma sulla copertina. Di fronte alla copertina di questo libro ci si ferma, e a lungo. Il bosco, selva scura dove spiccano tronchi eretti e chiari, immagine evocativa di paura e incertezza. Un sentimento diverso suscita il titolo: un riquadro con la parola...

[leggi tutto]
In genere il lettore avvicinandosi a un libro si sofferma sulla copertina. Di fronte alla copertina di questo libro ci si ferma, e a lungo. Il bosco, selva scura dove spiccano tronchi eretti e chiari, immagine evocativa di paura e incertezza. Un sentimento diverso suscita il titolo: un riquadro con la parola...

[leggi tutto]




Melina Scalise. Favole della notte
Favole della notte di Melina Scalise, con i dipinti di Francesca Magro (Tpffer Edizioni, 2022 pp. 106 28.00) un libro molto originale che custodisce la sequenza inesauribile e ispiratrice delle immagini e delle riflessioni, maturate nellentit sensibile del racconto visivo, nellespressione illuminata dellarte figurativa. La collezione di favole avvolge la mitologia dei sentimenti...

[leggi tutto]
Favole della notte di Melina Scalise, con i dipinti di Francesca Magro (Tpffer Edizioni, 2022 pp. 106 28.00) un libro molto originale che custodisce la sequenza inesauribile e ispiratrice delle immagini e delle riflessioni, maturate nellentit sensibile del racconto visivo, nellespressione illuminata dellarte figurativa. La collezione di favole avvolge la mitologia dei sentimenti...

[leggi tutto]




Recensione:
Una scrittura fredda, oggettiva, chirurgica ci introduce in una storia di normale follia, dai risvolti surreali. Tra allucinazioni del protagonista ed elettroschok. Un romanzo, questo di Stefano Bordoni, qui al suo esordio, per il quale l'aggettivo kafkiano non appare esagerato, nutrito com' di un'esperienza personale che egli ha saputo trasfigurare fino al punto da farne letteratura.

[leggi tutto]
Una scrittura fredda, oggettiva, chirurgica ci introduce in una storia di normale follia, dai risvolti surreali. Tra allucinazioni del protagonista ed elettroschok. Un romanzo, questo di Stefano Bordoni, qui al suo esordio, per il quale l'aggettivo kafkiano non appare esagerato, nutrito com' di un'esperienza personale che egli ha saputo trasfigurare fino al punto da farne letteratura.

[leggi tutto]




«Un olocausto italiano. Voci di soldati italiani dai lager» di Paolo Paganetto
Due anni di sofferenza per tanti e la morte di molti, per colpa di pochi. Centinaia di migliaia di giovani italiani in prigionia: nella campagna dodio razziale scatenata dalla sedicente razza eletta ottantanni fa, c stata anche una persecuzione nei confronti dei nostri soldati...

[leggi tutto]
Due anni di sofferenza per tanti e la morte di molti, per colpa di pochi. Centinaia di migliaia di giovani italiani in prigionia: nella campagna dodio razziale scatenata dalla sedicente razza eletta ottantanni fa, c stata anche una persecuzione nei confronti dei nostri soldati...

[leggi tutto]




«Un olocausto italiano. Voci di soldati italiani nei lager»
C un olocausto non da molti conosciuto, perch spesso passato in sordina, quando non in totale silenzio nei libri di storia: quello che subirono tutti quei soldati italiani che, trovatisi sotto il gioco nazista nel periodo immediatamente successivo all8 settembre 1943, da veri patrioti scelsero la strada pi ardua, ossia le sofferenze, la fame, la sete, il gelo, le malattie dei campi di concentramento...

[leggi tutto]
C un olocausto non da molti conosciuto, perch spesso passato in sordina, quando non in totale silenzio nei libri di storia: quello che subirono tutti quei soldati italiani che, trovatisi sotto il gioco nazista nel periodo immediatamente successivo all8 settembre 1943, da veri patrioti scelsero la strada pi ardua, ossia le sofferenze, la fame, la sete, il gelo, le malattie dei campi di concentramento...

[leggi tutto]




«... Dei crepuscoli a settembre, tutta la rovina» di Lina Galli
LIstria tra guerra e dopoguerra negli appunti di Lina Galli: considerata la scarsissima popolarit dellartista nellodierno assurdo Belpaese, almeno extra Lisert, serve partire da chi era Carolina, detta Lina Galli. Era una poetessa istriana..."

[leggi tutto]
LIstria tra guerra e dopoguerra negli appunti di Lina Galli: considerata la scarsissima popolarit dellartista nellodierno assurdo Belpaese, almeno extra Lisert, serve partire da chi era Carolina, detta Lina Galli. Era una poetessa istriana..."

[leggi tutto]
Pag. n.  < 1 2 3 4 5  6 7 8 9 10 >  >>